LA LUGANO COMMODITY TRADING ASSOCIATION A MOSCA

La stretta collaborazione tra la Camera di commercio, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi del Cantone Ticino (Cc-Ti) e la Lugano Commodity Trading Association (LCTA) si è rilevata ancora una volta premiante per la piazza economica ticinese. Infatti, durante le giornate promosse dalla Cc-Ti in Russia, il settore del commercio di materie prime ha potuto ritagliarsi uno spazio importante e di qualità organizzando una tavola rotonda che ha posto l’accento su due punte di diamante del sistema economico elvetico, ovvero il commercio internazionale e il finanziamento di queste attività. Un punto di incontro tra aziende attive in particolare nel commercio di materie prime e istituti finanziari competenti in materia di finanziamento di questa tipologia di attività e transazioni. L’ambasciata svizzera a Mosca si mostrata molto attiva e aperta a discutere con franchezza e precisione i temi relativi alle sanzioni internazionali, ma anche all’importanza del settore delle materie prime tanto per la Russia quanto per la Svizzera.

Con un approccio molto pragmatico e focalizzato sul modello svizzero, il moderatore della tavola rotonda – Marco Passalia, General Secretary, LCTA – ha condotto i vari relatori a spiegare come funziona la dinamica tra aziende e banche mettendo l’accento a più riprese sui punti di forza del trading hub ticinese. Leonardo Monopoli, fondatore di CFS Commodity Finance Solutions, ha illustrato le complessità attuali del sistema finanziario entrando poi nei dettagli dei vari approcci al finanziamento nel Commodity Trade Finance. Davide Bignasca, Head of Commodity Trade Finance, Banca Stato, ha invece sottolineato che da parte dell’azienda sia certamente importante mostrare grande trasparenza e chiarezza nel contatto con la banca (anche considerando le numerose richieste in termini di compliance, ecc.), ma proprio questi elementi divengono un punto di forza per trovare delle soluzioni su misura a dipendenza della tipologia di business. Infine, Matjia Barudzjia (Trading and origination, Enet Energy SA) ha portato la sua esperienza concreta e di successo in seno ad un’azienda attiva nel trading di gas a livello internazionale; una realtà avviata nel 2012 che si è trovata confrontata con numerosi ostacoli da superare tra cui anche gli aspetti di finanziamento delle proprie attività.

ROUND TABLE ON COMMODITY TRADE FINANCE MOSCA IL 21.05.2015

La tavola rotonda è stata molto apprezzata dal pubblico russo soprattutto per l’approccio pragmatico e per il modo semplice, competente e reale di trovare le soluzioni per il buon funzionamento di un settore già di per sé complesso.

Nella foto da sinistra:
Matjia Barudzija, Trading and origination, Enet Energy SA;
Leonardo Monopoli, Fondatore di CFS Commodity Finance Solutions;
Marco Passalia, Cc-Ti
Davide Bignasca, Head of Commodity Trade Finance Banca Stato