LA LCTA A MOSCA
IN OCCASIONE DI DUE IMPORTANTI CONFERENZE

Dal 13 al 15 aprile la Lugano Commodity Trading Association (LCTA), associazione che raggruppa una cinquantina di aziende attive in Ticino nel settore delle materie prime, è stata in visita a Mosca per partecipare alla conferenza “Russia & CIS Trade & Export Finance Conference”, organizzata dal gruppo britannico “Global Trade Review”, tenutasi giovedì 14 aprile. Si è trattata della nona edizione di questo importante evento che raccoglie i maggiori attori del commodity trading e dell’export finance a Mosca. Con i continui cambiamenti in merito alle sanzioni sul piano internazionale, sono state sollevate numerose domande inerenti il commercio tra la Federazione russa, l’Unione Europea ma anche con l’Asia e altri Paesi del mondo. La conferenza, organizzata all’hotel Kempiski, è inoltre una piattaforma ideale per creare una vasta rete di contatti, per dibattere su diverse questioni inerenti il commercio di materie prime nonché un’interessante occasione per conoscere dirigenti di aziende attive a livello internazionale.

La LCTA, con la sua promozione della piazza luganese all’estero, ha quindi voluto dare un segnale di presenza co-sponsorizzando l’evento e portando un po’ di Lugano anche a Mosca. Grazie anche alle diverse missioni organizzate negli anni passati in collaborazione con la Cc-Ti, il nostro Cantone ha fondato solide basi per le aziende ticinesi che intendono aprirsi al mercato russo. Parallelamente, questo genere di contatti ha potuto portare anche all’insediamento di commodity traders russi sulla piazza luganese che va sempre più affermandosi come polo di riferimento per il commercio internazionale di materie prime.

Durante la sua presenza in Russia, la LCTA ha inoltre organizzato, in collaborazione con l’Ambasciata svizzera a Mosca, una tavola rotonda sulla questione del calo dei costi delle materie prime e sui mezzi con cui le aziende attive in nel settore affrontano questa problematica. L’evento ha avuto luogo presso la Residenza dell’Ambasciatore svizzero, venerdì 15 aprile. Dopo un’introduzione generale di Julien Thöni, Direttore del dipartimento economico dell’Ambasciata svizzera, sulle relazioni commerciali tra Svizzera e Russia e in particolare sulla posizione svizzera nel contesto delle sanzioni, si è svolta, con un approccio molto pragmatico, la tavola rotonda in cui si sono espressi: un trader di una compagnia basata in Ticino e attiva nel commercio di gas a livello internazionale, un rappresentante del settore bancario svizzero e un fiscalista. Per la LCTA erano presenti Marco Passalia (General Secretary) e Chiara Crivelli (Advisor Russia and CIS countries).

Il pubblico russo, una trentina le persone presenti, tra cui traders e rappresentanti del settore bancario russo, ha molto apprezzato la tavola rotonda e i contatti sono stati molto proficui.

La LCTA continuerà anche in futuro a creare queste ottime occasioni di approfondimenti tematici e di networking, sia all’estero sia in Ticino.

Nella foto: Marco Passalia, General Secretary e Chiara Crivelli, Advisor Russia & CIS durante la conferenza “Russia & CIS Trade & Export Finance Conference” a Mosca